News / Eventi / Comunicati
21
apr
2016
 
21 aprile 2016
Produzione ed export mondiale dell'inox. Chi guida e chi arranca

La produzione mondiale di acciaio inossidabile è rimasta stabile per tutto il 2015, registrando solo una lieve flessione dello 0,3%.

Lo afferma l'International Stainless Steel Forum, dopo aver diffuso i dati che riguardano il mercato globale dell'inox per ciascuno dei principali Paesi maggiormente attivi nel comparto siderurgico.

In base ai rilievi effettuati, tuttavia, il traino reale sarebbe imputabile a uno solo di questi: l'Asia - intesa come tutta l'area del continente a esclusione della Cina – che si distingue come unico produttore che ha potuto chiudere il bilancio col segno positivo (+1,4%), seguita da Cina (-0,6%) ed Europa Occidentale e Africa (-0,7%) e in netto distacco rispetto alle Americhe (-2,3%) e all'Europa Centro-orientale (-6,3%).

Passando alle cifre comparate per trimestre, è invece il vecchio continente a emergere come il migliore nell'export, con un +10,7% rispetto al IV trimestre del 2014 (anche se in flessione da inizio anno), mentre crollano gli andamenti di America (- 16%) e del gigante cinese (-6,1%) probabilmente penalizzato soprattutto per effetto dei dazi anti-dumping.